Emergenza Coronavirus | I provvedimenti in materia di lavoro del DL 17-3-2020

È stato pubblicato il tanto atteso decreto legge riguardante i provvedimenti per contrastare la crisi sanitaria ed economica provocata dal CoronaVirus.
Riepiloghiamo di seguito i principali provvedimenti in materia di lavoro.

Ammortizzatori sociali
A seconda del settore di appartenenza e della dimensione aziendale, ogni datore di lavoro ha la possibilità di coprire i giorni non lavorati – anche retroattivamente – tramite l’utilizzo dell’ammortizzatore sociale previsto per lo specifico settore.
Ogni strumento (Cigo, Cigd, Fis, Fsba) prevede regole di gestione differenti e tempi di attivazione distinti. Chiediamo, quindi, di inviarci una mail agli indirizzi noti, qualora siate interessati all’attivazione dell’ammortizzatore specifico.

Versamenti fiscali, previdenziali e assistenziali
Sono previsti rinvii dei versamenti del 16 marzo con scadenze diverse a seconda delle tipologie di aziende:
• Aziende con fatturato 2019 superiore a 2.000.000 Euro: nuova scadenza 20 marzo 2020.
• Aziende con fatturato 2019 inferiore a 2.000.000 Euro: sono sospesi tutti i pagamenti da effettuare fino al 31 marzo. Tali pagamenti potranno essere effettuati il 31 maggio in un’unica soluzione, oppure in 5 rate di uguale importo a decorrere da maggio.
• Aziende di particolari settori qui sotto elencati: sono sospesi tutti i pagamenti da effettuare fino al 30 aprile. Tali pagamenti potranno essere effettuati il 31 maggio in un’unica soluzione, oppure in 5 rate di uguale importo a decorrere da maggio.

o federazioni sportive nazionali, enti di promozione sportiva, associazioni e società sportive, professionistiche e dilettantistiche, nonchè soggetti che gestiscono stadi, impianti sportivi, palestre, club e strutture per danza, fitness e culturismo, centri sportivi, piscine e centri natatori;
o soggetti che gestiscono teatri, sale da concerto, sale cinematografiche, ivi compresi i servizi di biglietteria e le attività di supporto alle rappresentazioni artistiche, nonchè discoteche, sale da ballo, night- club, sale gioco e biliardi;
o soggetti che gestiscono ricevitorie del lotto, lotterie, scommesse, ivi compresa la gestione di macchine e apparecchi correlati;
o soggetti che organizzano corsi, fiere ed eventi, ivi compresi quelli di carattere artistico, culturale, ludico, sportivo e religioso;
o soggetti che gestiscono attività di ristorazione, gelaterie, pasticcerie, bar e pub;
o soggetti che gestiscono musei, biblioteche, archivi, luoghi e monumenti storici, nonchè orti botanici, giardini
zoologici e riserve naturali;
o soggetti che gestiscono asili nido e servizi di assistenza diurna per minori disabili, servizi educativi e scuole per
l’infanzia, servizi didattici di primo e secondo grado, corsi di formazione professionale, scuole di vela, di
navigazione, di volo, che rilasciano brevetti o patenti commerciali, scuole di guida professionale per autisti; o soggetti che svolgono attività di assistenza sociale non residenziale per anziani e disabili;
o aziende termali di cui alla legge 24 ottobre 2000, n. 323, e centri per il benessere fisico;
o soggetti che gestiscono parchi divertimento o parchi tematici;
o soggetti che gestiscono stazioni di autobus, ferroviarie, metropolitane, marittime o aeroportuali;

o soggetti che gestiscono servizi di trasporto merci e trasporto passeggeri terrestre, aereo, marittimo, fluviale, lacuale e lagunare, ivi compresa la gestione di funicolari, funivie, cabinovie, seggiovie e ski-lift; soggetti che gestiscono servizi di noleggio di mezzi di trasporto terrestre, marittimo, fluviale, lacuale e lagunare;
o soggetti che gestiscono servizi di noleggio di attrezzature sportive e ricreative ovvero di strutture e o attrezzature per manifestazioni e spettacoli;
o soggetti che svolgono attività di guida e assistenza turistica;
o alle organizzazioni non lucrative di utilità sociale

Premio di 100 Euro
Ai dipendenti con Ral 2019 inferiore a 40.000 Euro spetta un importo pari a 100 Euro esentasse in proporzione ai giorni lavorati nella sede dell’azienda nel mese di marzo. Si attendono le modalità applicative.

Riscossione e contenzioso
Sono sospesi dall’8 marzo al 31 maggio 2020 i termini relativi alle attività di liquidazione, di controllo, di accertamento, di riscossione e di contenzioso, da parte degli uffici degli enti impositori. Sono, altresì, sospesi, dall’8 marzo al 31 maggio 2020, i termini per fornire risposta alle istanze di interpello, ivi comprese quelle da rendere a seguito della presentazione della documentazione integrativa.

Cartelle di pagamento e avvisi bonari
Con riferimento alle entrate tributarie e non tributarie, sono sospesi i termini dei versamenti, scadenti nel periodo dall’8 marzo al 31 maggio 2020, derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione, nonché dagli avvisi previsti dagli articoli 29 e 30 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78. I versamenti oggetto di sospensione devono essere effettuati in unica soluzione entro il mese successivo al termine del periodo di sospensione.

Congedo di 15 giorni e astensione dal lavoro
I genitori lavoratori dipendenti del settore privato hanno diritto a fruire per i figli di età non superiore ai 12 anni di uno specifico congedo, per il quale è riconosciuta una indennità pari al 50% della retribuzione, per un periodo continuativo o frazionato comunque non superiore a quindici giorni. La fruizione del congedo è riconosciuta alternativamente ad entrambi i genitori, per un totale complessivo di quindici giorni, ed è subordinata alla condizione che nel nucleo familiare non vi sia altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa o altro genitore disoccupato o non lavoratore.
I genitori lavoratori dipendenti del settore privato con figli minori, di età compresa tra i 12 e i 16 anni, a condizione che nel nucleo familiare non vi sia altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa o che non vi sia genitore non lavoratore hanno diritto di astenersi dal lavoro, per il periodo di sospensione dei servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, senza corresponsione di indennità né riconoscimento di contribuzione figurativa, con divieto di licenziamento e diritto alla conservazione del posto di lavoro.

Bonus baby-sitting
In alternativa alla prestazione di cui al punto precedente e per i medesimi lavoratori beneficiari è prevista la possibilità di scegliere la corresponsione di un bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting nel limite massimo complessivo di 600 Euro.

Estensione dei permessi L. 104
Il numero dei giorni di permesso di cui alla L. 104 è incrementato di ulteriori complessive dodici giornate, usufruibili nei mesi di marzo e aprile 2020.

Quarantena equivale a malattia
Il periodo trascorso in quarantena con sorveglianza attiva o in permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva dai lavoratori del settore privato è equiparato a malattia ai fini del trattamento economico previsto dalla normativa di riferimento e non è computabile ai fini del periodo di comporto.

Indennità per i liberi professionisti, artigiani e commercianti
Ai liberi professionisti titolari di partita iva attiva alla data del 23 febbraio 2020 e ai lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa attivi alla medesima data – iscritti alla Gestione separata –, ad artigiani e commercianti, a condizione che tali soggetti non siano titolari di pensione e non siano iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, è riconosciuta un’indennità per il mese di marzo pari a 600 Euro, indennità che non concorre alla formazione del reddito.

Contributi per il lavoro domestico
Sono sospesi i termini relativi ai versamenti dei contributi riguardanti i datori di lavoro domestico in scadenza nel periodo dal 23 febbraio 2020 al 31 maggio 2020. I pagamenti di tali contributi saranno effettuati entro il 10 giugno 2020, senza applicazione di sanzioni e interessi.

Siamo a disposizione per chiarimenti e cogliamo l’occasione per porgere i nostri migliori saluti.