Modifica degli importi del taglio del cuneo fiscale (c.d. Bonus Renzi)

È operativa dalle buste paga di luglio 2020 la disciplina riguardante la modifica al “Bonus Renzi”, che mira a ridurre la pressione fiscale sul lavoro dipendente.
La nuova normativa modifica la struttura e i requisiti di spettanza del bonus IRPEF, ampliando la platea dei beneficiari con l’obiettivo di ridurre il cuneo fiscale in favore della generalità dei lavoratori subordinati.

Il nuovo credito sarà pari a
– 100 euro mensili per i lavoratori dipendenti con un reddito annuo lordo fino a 28.000 euro;
– 80 euro mensili per i lavoratori che percepiscono redditi di importo compreso tra 28.000 e 35.000 euro;
– diminuisce poi gradualmente fino ad azzerarsi per i dipendenti con redditi tra 35 e 40 mila euro.

Nella determinazione del reddito complessivo rientra l’ammontare dei redditi di ogni categoria (da lavoro dipendente, da lavoro autonomo, redditi fondiari) al netto di:
– reddito derivante dall’unità immobiliare adibita ad abitazione principale e le relative pertinenze;
– premi di risultato soggetti all’imposta sostitutiva del 10%.

Daremo attuazione alla normativa per quanto ci compete e siamo a disposizione per chiarimenti.